Cereali

CEREALI

L’Area Cereali del Consorzio Agrario di Ravenna svolge attività di ritiro, stoccaggio, essiccazione e commercializzazione di cereali.

Obiettivo primario è valorizzare la filiera cerealicola attraverso il riconoscimento e la specializzazione delle produzioni. Tecnologia, innovazione, ricerca agronomica e analisi di mercato vengono messi a disposizione dei produttori agricoli con il chiaro intento rispondere attivamente alle esigenze qualitative e commerciali dell’industria di trasformazione.

cereali

PRODUZIONE PRIMARIA

Produzione Primaria

I nostri servizi per i produttori cerealicoli:

1) assistenza tecnica agronomica per tutti i produttori cerealicoli a cura dell’ Area Ricerca e Sviluppo;

2) ritiro e stoccaggio dei cereali presso i ns. depositi dislocati in tutta la provincia;

3) contratti di coltivazione per il frumento tenero e duro per mezzo dei quali i produttori possono trovare risposta alle loro esigenze produttive in termini di qualità e di opportunità commerciali attraverso:

— individuazione delle varietà cerealicole più adatte al territorio e commercialmente più vantaggiose in relazione alla destinazione d’uso ed alle richieste del mercato. A questo proposito i campi varietali organizzati dall’Area Ricerca e Sviluppo del Consorzio Agrario e di Cereali Padenna offrono opportunità per il confronto e l’indirizzo produttivo da scegliere;

— assistenza tecnica agronomica durante l’intero processo produttivo: dalla scelta varietale, alla migliore concimazione, diserbo e difesa scegliendo i principi attivi più idonei in relazione allo scopo del contratto di coltivazione:

— Frumento Qualità Controllata secondo i disciplinari della Regione Emilia Romagna; (certificato QC);

— Filiera Frumento di Qualità secondo le Linee Tecniche del Consorzio Agrario di Ravenna;

— Filiera Frumento Duro Alta Qualità secondo l’Accordo Quadro Regionale tra O.P. Cereali e Barilla G. & R. F.lli SpA.

— Nell’ambito dei Contratti di Coltivazione il produttore aderisce al Progetto di Filiera di O.P. Cereali (Certificato). La costituzione di una filiera cerealicola ed in particolare per il frumento tenero e duro permette di conoscere la storia del prodotto dalle sue origini fino alla costituzione di lotti qualitativamente omogenei rispondenti alle richieste delle aziende di trasformazione e con interessanti vantaggi commerciali.

4) percorso tecnico agronomico per l’incremento delle rese dei cereali (frumento, orzo) con vantaggi commerciali (Proposta Tecnico Commerciale);

5) Contratti di coltivazione per il mais Alta Qualità.

Il mais come è noto è un prodotto a rischio di produzione di micotossine in particolare di Aflatossina B1. Scopo del contratto è di fornire ai produttori un’assistenza tecnica agronomica mirata alla prevenzione della produzione di Aflatossina B1 in campo seguendo i consigli e le raccomandazioni messe a punto dalla Regione Emilia Romagna in collaborazione con CRPV e diverse organizzazioni di stoccatori e di produttori. I vantaggi per i produttori consistono in:

— a) gestire la coltivazione limitando gli stress che possono portare a rese quantitativamente e qualitativamente decadenti;

— b) tenere sotto controllo il prodotto che sarà impiegato come materia prima per mangimi e quindi destinato alimentazione animale nel rispetto delle normative in materia di sicurezza alimentare e dei mangimi;

— c) opportunità commerciali di valorizzazione del prodotto;

— d) Nell’ambito dei contratti di coltivazione per il mais Alta Qualità il produttore aderisce al Progetto di Filiera del Consorzio Agrario di Ravenna e di Cereali Padenna (Certificato). In questo modo sia i produttori sia le organizzazioni stoccatrici sono in stretta collaborazione ai fini di fornire al mercato un prodotto gestito e controllato fin dalla fase di semina e rispondente ai requisiti di indicati dalle Linee Guida della Regione Emilia Romagna per la prevenzione della produzione di Aflatossina B1.

6) Scelta tra diverse modalità di determinazione del prezzo rispondenti alle vs. diverse esigenze ed in linea con quanto richiesto dal mercato commercializzazione presso le principali Borse Merci Italiane (Bologna, Milano).

RITIRO ESSICCAZIONE STOCCAGGIO

Ritiro Essiccazione Stoccaggio

Il Consorzio Agrario di Ravenna grazie alla capillare dislocazione dei propri centri di ritiro nella provincia di Ravenna può soddisfare le esigenze per la consegna tempestiva dei cereali da parte di produttori cerealicoli.

Il Consorzio Agrario di Ravenna dispone di 18 centri di stoccaggio e 3 impianti di essiccazione. La capacità complessiva di stoccaggio si aggira attorno a 180.000 t.

AGENZIE/MAGAZZINI DEL CONSORZIO AGRARIO DI RAVENNA

Nuovi Impianti:

Cotignola
Faenza
Longastrino
Roncalceci
Porto San Vitale
San Pietro in Campiano

I principali obiettivi che si pongono il Consorzio Agrario di Ravenna e Cereali Padenna durante il periodo di stoccaggio sono:

1) qualità delle produzioni:

stoccaggio di partite/lotti qualitativamente omogenei.

Le strategie adottate per il raggiungimento di questo obiettivo sono:

— a) offerta di diversi servizi per i produttori cerealicoli;

— b) sperimentazione e ricerca delle migliori varietà in termini di produttività e collocazione sul mercato;

— c) giornate dimostrative con visite in campo di prove varietali, di concimazione e difesa per promuovere e migliorare la consapevolezza dei produttori e sensibilizzare le aziende di trasformazione (cultura di filiera a monte e a valle);

— d) analisi di mercato indirizzate a percepire le richieste delle aziende di trasformazione, analisi qualitative (proteine per il frumento) eseguite al momento del ritiro del prodotto e al termine dei conferimenti;

2) sicurezza alimentare e dei mangimi: controlli sullo stato di conservazione ed analisi di laboratorio sui principali contaminanti come parte integrante dell’applicazione del sistema di autocontrollo HACCP presso ciascun impianto del Consorzio Agrario di Ravenna.

Per ciascuna campagna di stoccaggio sono eseguite analisi di laboratorio ponendo l’attenzione ove maggiore è il rischio per annata agraria e tipologia di cereale.

3) rintracciabilità: rintracciabilità: identificazione del prodotto in ciascuna fase di processo. Oltre a rispondere alla normativa vigente in materia di rintracciabilità (Reg. CE n. 178/2002) il Consorzio Agrario e Cereali Padenna hanno definito e certificato due sistemi di rintracciabilità di filiera secondo la norma volontaria UNI EN ISO 22005:2008.

MERCATO, AZIENDE DI TRASFORMAZIONE

Mercato, Aziende di trasformazione

Nell’ottica della migliore collocazione e valorizzazione del prodotto sul mercato IL Consorzio Agrario di Ravenna si rivolge alle aziende di trasformazione per definire i parametri qualitativi ed i prodotti rispondenti alle loro richieste.

Le strategie adottate sono:

— analisi di mercato

— giornate divulgative con prove di campo

— indirizzo alla produzione primaria sulle scelte varietali e modalità di coltivazione attraverso l’assistenza dell’ Area Tecnica e di Ricerca e Sviluppo e attraverso i contratti di coltivazione

analisi qualitative

sicurezza alimentare e dei mangimi e rintracciabilità

analisi sui principali contaminanti

— certificazioni di prodotto

— definizione di Accordi di Filiera con i clienti

— servizio di stoccaggio per conto terzi di prodotti convenzionali e/o provenienti da agricoltura biologica presso l’impianto di San Vitale in via Classicana, 75 – Ravenna

CERTIFICAZIONI

Responsabile

Masetti Massimo

Tel. 0545 906084 – Fax 0545 906080

Referenti

Specchia Giuseppe

Tel. 0545 906082 – Fax 0545 906080

Solazzi Giulio

Tel. 0545 906081 – Fax 0545 906080

Richiedi Informazioni

PROMO & NEWS CORRELATE